Un tour in bici sulla costa ionica con sosta a Torre Vado

La bicicletta è un mezzo ideale per girare il Salento, dove le asperità della strada sono facilmente affrontabili anche dai meno allenati, trattandosi di una regione prevalentemente pianeggiante nella sua parte più meridionale, ai piedi delle Serre Salentine. Uno degli itinerari di maggior fascino per esplorarlo sia all’interno che lungo il litorale è il tour della costa ionica, che si può far partire da Gallipoli, da cui ci si inoltra nell’entroterra attraversando un’area ricca di uliveti e vigneti, dirigendosi verso Ugento, la bella cittadina messapica. Una volta arrivati lì si prende in direzione di Specchia, toccando il piccolo borgo di Taurisano. Da Specchia si attraversa prima il bosco di Cardiglano, e poi ci si inoltra lungo la bella strada che attraversa le serre salentine in direzione di Alessano e poi verso Patù ed il comune confinante di Castrignano del Capo.

Qui si può decidere se piegare verso Santa Maria di Leuca, oppure dirigersi verso la costa fino ad approdare a Torre Vado, dove concedersi una bella pausa sulle belle spiagge di questa piccola ma accogliente marina. Volendo ci si può anche fermare a pranzare negli ottimi ristoranti della zona.

Dopo la pausa si risale in sella per continuare il viaggio, questa volta raggiungendo Gallipoli costeggiando il mare. E’ difficile restare in sella alla bicicletta quando si passa vicini alle splendide marine di Salve, Pecoluse, Torre Pali, e poi ancora Lido Marini, Torre Mozza, Marina di Mancaversa, che, come le sirene di Ulisse, chiamano il ciclista a fermarsi un momento sulle spiagge di morbida sabbia e le candide dune, ma se si vuole arrivare per tempo a Gallipoli bisogna resistere alla tentazione e continuare il viaggio. Se si riesce ad arrivare in prossimità di Gallipoli all’ora giusta, ovvero quando il sole scende nel mare, lo spettacolo splendido del tramonto rinfrancherà e ridonerà energia anche ai ciclisti più affaticati.

Le spiagge di Torre Pali

La torre di guardia è la caratteristica immagine di Torre Pali, una delle più belle marine di Salve facilmente raggiungibile da Torre Vado, sulla costa ionica del Salento.

Per chi avesse voluto seguire tutta la costa scendendo dal litorale adriatico verso Santa Maria di Leuca per poi risalire in direzione di Gallipoli questo è il primo tratto di mare che dopo la splendida linea costiera frastagliata di alte scogliere che caratterizzano l’estrema punta del Salento finalmente l’occhio si può beare delle prime distese di sabbia.

E che spiagge! Cominciando da Torre Vado, col la sua deliziosa marina già ricca di stabilimenti balneari e di magnifiche distese di sabbia dorata, la prima che si incontra è la spettacolare Pescoluse, una distesa incontaminata di spiaggia che per circa 10 chilometri affascina l’osservatore che dall’alto della catena di candide dune può contemplare questo paradiso.

Qui si fermano coloro che sono amanti della pace e della tranquillità, perchè una volta lasciata Torre Vado alle spalle per molti chilometri non si incontrano più stazioni balneari ma al massimo qualche chiosco ed i tanti bagnanti che in alta stagione accorrono numerosi per non perdersi lo spettacolo del mare cristallino che fronteggia il lungomare.

All’orizzonte si incontra finalmente la prima marina di Salve, Torre Pali, qui, dopo il silenzio e l’incanto di Pescoluse ritroviamo l’animazione degli stabilimenti balneari e del piccolo agglomerato urbano che sorge alle spalle del lungomare, che si riempie durante la stagione estiva.

Non solo di giorno, ma anche alla sera e durante la notte le spiagge di Torre Pali sono una meta interessante, perchè, smessi i panni di stazione balneare i tanti lidi si trasformano in piacevolissimi bar dove trascorrere il tardo pomeriggio a contemplare il tramonto o la notte a ballare sulla candida sabbia, magari fino al mattino successivo.

I ristoranti a Torre Vado

I ristoranti a Torre Vado
Tantissimi sono i ristoranti a Torre Vado e zone limitrofe dove poter gustare i sapori della cucina del Salento.

Trattorie, osterie, pizzerie,  romantici locali molto intimi ed esclusivi da rendere indimenticabile il soggiorno in Puglia. Ecco un elenco dei ristoranti delle vicinanze

RISTORANTE PROFUMO DI MARE

RISTORANTE PIZZERIA  LA KAMBUSA

RISTORANTE PIZZERIA LA COLLINETTA

RISTORANTE PIZZERIA  ANTICHI SAPORI

RISTORANTE PIZZERIA  LA CUPA

COMPLESSO TURISTICO ALBERGHIERO DELLE ROSE

RISTORANTE MG34

OSTERIA E RISTORANTE NILO SIRA

PIZZERIA ROXY BAR

RISTORANTE E PIZZERIA LA COZZA

RISTORANTE GOLD BEACH

RISTORANTE E CAFFE’ LIDO VENERE

RISTORANTE  MONTECRISTO

RISTORANTE IL PARADINO

LUXOR PAB RISTORANTINO E PIZZERIA

RISTORANTE LI PALI

RISTORANTE LE VOILER

RISTORANTE LA BAIA DELL’ARAGOSTA

PICCHIO HOTEL RISTORANTE PIZZERIA

OSERIA L’ALLEGRA BRIGATA

LA CONCA RISTORANTE PIZZERIA

Buon appetito!

Torre Pali

Subito dopo Pescoluse si trova la spiaggia di Torre Pali. Distante da Torre Vado circa 3,50 km, si sviluppa intorno alla piccola torre seicentesca, sospesa tra il mare e la terraferma, oggi in parte crollata ma ricca di fascino e di mistero.

Torre di Torre Pali
Torre di Torre Pali

Il piccolo centro di Torre Pali si è trasformato in ridente località turistica solo negli ultimi anni; inizialmente era solo un piccolo paese di pescatori che ormeggiavano le loro piccole barche nei pressi della torre o nel canale di bonifica che collega i bacini al mare. Oggi ha trasformato la sua destinazione in una cittadina a vocazione turistica con case vacanza, appartamenti, alberghi, campeggi, ristoranti, attività ricreative e sportive.

La spiaggia bianca e finissima e le case quasi a ridosso sul mare, ne fanno una località preferita dalle famiglie e dai bambini che in questo piccolo angolo di Paradiso possono avere tutti i benefici che un mare e una natura incontaminata possono offrire.  Tra gli eventi più importanti di Torre Pali, ricordiamo la festa in onore della Madonna con la tradizionale processione in mare e che si tiene solitamente ad agosto.

La spiaggia di Pescoluse, da Torre Vado un tuffo alle Maldive del Salento.

La spiaggia di Pescoluse, unitamente a quella di Torre Pali e Posto vecchio (comune di Salve) hanno ottenuto nel 2004 il riconoscimento delle quattro vele di Legambiente. Una segnalazione meritatissima poiché queste spiagge sono tra le più belle e limpide di tutta la Puglia.

Spiaggia di Pescoluse comune di Salve
Spiaggia di Pescoluse comune di Salve

Chi arriva nel Salento, nel Capo di Santa Maria di Leuca andando a Pescoluse, ha la sensazione di essere veramente alle Maldive. Sarà per il colore bianco della sabbia, per la limpidezza delle acque, per la particolarità delle dune, per l’ampiezza del lido…

Dalle sorgenti che lambiscono il lungomare di Torre Vado e dalle quali si ha una splendida, vista di tutto l’arenile fino a Torre Pali, si possono raggiungere le Maldive del Salento e le spiagge vicine per poi ritornare a piedi alle fonti di acqua dolce per un bagno rigeneratore.

Le spiagge sabbiose offrono servizi di ogni genere per rendere piacevole e confortevole la vacanza al mare sulla spiaggia: sono molti gli stabilimenti balneari attrezzati, perfettamente integrati nell’ambiente circostante e rispettoso delle risorse naturali; si ha la possibilità di noleggiare ombrelloni e sdraio, pedalò, partecipare alle varie attività degli stabilimenti balneari come l’aerobica, il miniclub, l’acquagym, o semplicemente servirsi ai vari punti di ristoro che offrono bibite, gelati o cocktail veramente sfiziosi.

Per gli amanti delle lunghe notti sotto le stelle, alcuni punti di ristoro e stabilimenti balneari, di notte diventano locali e discopub dove la musica e la voglia di divertirsi si protrae fino all’alba quando, dopo un cornetto caldo, si può tranquillamente ritornare a dormire.

La marina di Pescoluse negli ultimi anni ha visto uno sviluppo turistico non indifferente. Il grande Parco dei Gigli, una piazza aperta sulla spiaggia, è stato abbellito e reso più funzionale: luogo d’incontro per diverse iniziative culturali e ricreative, è sede di eventi e manifestazioni importanti per tutto il Salento. Una grande Chiesa appena completata e dedicata a Giovanni Paolo II, completa lo scenario di Pescoluse rendendola una marina completa e aperta all’accoglienza turistica sotto tutti gli aspetti.