Torre Vado case vacanze in affitto (Last Minute)

Torre Vado ed il Salento, un connubio forte di piacere ed incanto per le vostre vacanze estive.

La piccola e generosa cittadina salentina è una meta di notevole fascino per chi desidera trovarsi proprio nel bel mezzo del territorio salentino così da avere sottomano non solo gli splendidi panorami delle lunghe spiagge della costa ionica, da Pescoluse a Torre Pali, da Torre Mozza a Lido Marini, ma anche l’affascinante spettacolo delle scogliere che corrono lungo i litorali di Santa Maria di Leuca spingendosi a nord lungo la costa adriatica.

Sorgenti a Torre Vado
Sorgenti a Torre Vado

Bei paesaggi di mare, a Torre Vado si danno appuntamento moltissimi appassionati di immersioni, che qui trovano fondali da sogno da esplorare con maschera e pinne o con tutta l’attrezzatura di bombole e respiratori.

Per dormire non ci sono difficoltà, Torre Vado è riconosciuta per la sua grande disponibilità di strutture alberghiere, dai residence agli alberghi, dai villaggi turistici ai campeggi. Non è da meno la possibilità di trovare una soluzione per trascorrere le vacanza in totale autonomie, seconde case, appartamenti e villette in affitto.

Anche l’opzione di case vacanze in affitto last minute a Torre Vado è una grossa opportunità: prezzi abbordabili, e disponibilità garantite dal periodo di Pasqua fino a novembre inoltrato, per soddisfare al meglio la vostra voglie di mare, sole e vacanze.

ll relitto della nave turca davanti a Torre Vado

Il 28 giugno del 2007 una nave cargo battente bandiera turca si inabissava proprio davanti al porto di Torre Vado. Non si sanno per certo i motivi di quanto è accaduto, ma il fatto che la nave trasportasse bobine di filo di ferro, e che il tutto sia avvenuto quando il mare era particolarmente burrascoso fa pensare che probabilmente il cargo si sia piegato sotto la spinta delle onde ed il carico pesante ne abbia aggravato la pendenza finchè la nave, nonostante gli sforzi dell’equipaggio, si sia trovata ad un certo punto ad imbarcare acqua e sia quindi poi affondata.

Oggi il relitto si trova a 24 metri sul fondo del mare, e non sussiste più il pericolo che esso possa rappresentare un rischio dal punto di vista dell’inquinamento perchè le operazioni di bonifica sono state veloci ed approfondite privando la nave di tutto ciò che nel carico poteva essere particolarmente dannoso, il carburante, gli oli, vernici e solventi nonché alla rimozione delle parti, come l’albero che affiorando a poca distanza dalla superficie dell’acqua avrebbero potuto costituire un problema alle imbarcazioni che fossero passate in zona.

Oggi questo relitto è diventato una meta conosciuta ed apprezzata per gli appassionati di immersioni, che si recano a visitare il relitto perfettamente adagiato sul fondo del mare come se fosse ancora in navigazione. Anzi la sua presenza potrebbe addirittura, una volta scampato il pericolo di un disastro ambientale, costituire un ottima occasione per il ripopolamento ittico del mare intorno a Torre Vado, ed in questo senso le associazioni di diving e di sub che prosperano intorno al piccolo centro salentino si stanno battendo perchè la nave affondata resti lì dov’è.

Il relitto perfetto del salento

Ponte del 2 maggio a Torre Vado

Ponte del 2 maggio a Torre Vado, per assaporare in anticipo quello che sarà il piacevole intervallo delle prossime vacanze estive. Ammirare il mare pregustando le lunghe nuotate, i tuffi e le immersioni future. Se poi il tempo è particolarmente favorevole si potrà anche tentare anche qualche timido approccio in mare con brevi nuotate, tanto per pregustarsi il piacere del mare.

In città fervono in questa stagione i preparativi per la stagione balneare, molte strutture alberghiere aprono le porte ai primi ospiti e gli stabilimenti balneari rispolverano sedie sdraio ed ombrelloni che cominciano ad allinearsi lungo le spiagge.

Anche chi volesse trovare una sistemazione autonoma in case o appartamenti in affitto potrà già trovare interessanti offerte, oltretutto a prezzi decisamente abbordabili e vantaggiosi, visto che siamo ancora in bassa stagione.

Se è la prima volta che ci si reca in Salento le cose da vedere, i luoghi da visitare ed i piaceri da assaporare sono tantissimi, ed anche per chi è già esperto l’occasione di una vacanza durante il ponte del 2 maggio sarà l’occasione per riprendere il viaggio alla scoperta di una regione, il Salento che merita di essere conosciuta amata ed esplorata a fondo in tutti i suoi aspetti: cultura e tradizioni, arte ed artigianato, natura e storia.

Ponte del 25 aprile a Torre Vado

Se avete deciso di sperimentare una vacanza durante uno dei tanti piacevoli ponti primaverili che il calendario offre a vostra disposizione, prendete in considerazione Torre Vado come meta dei vostri weekend vacanzieri.

Il ponte del 25 aprile a Torre Vado è un’ottima opportunità per trovare tutta una serie di vantaggi per una breve vacanza. Il mare sebbene ancora freddo, offre già qualche possibilità di tuffarsi e di godere delle prime rapide ma rigeneranti nuotate.

Il sole splende caldo e ristoratore, permettendo di dare alla pelle qualche sfumatura di abbronzatura che addolcisce il pallore dei mesi invernali. Le città sono piacevoli da visitare, contrassegnate da tanti eventi interessanti come sagre, feste religiose e della tradizione popolare, e festival di musica, di cinema e di teatro.

Da non dimenticare poi lo sbocciare della primavera già in fase avanzata in questo periodo, per cui si potrà godere, addentrandosi nell’entroterra, dei piacevoli panorami della campagna allietata dagli alberi in fiore, e dagli inebrianti profumi della macchia mediterranea.

Occasione anche per dedicarsi ala visita dei tanti paesi che si inerpicano lungo i bassi altipiani delle Serre Salentine, paesi ricchi di testimonianze artistiche storiche ed archeologiche di notevole valore: castelli, chiese, cattedrali e numerose testimonianze che evocano nel visitatore le immagini di epoche remote, dell’epoca della dominazione romana, della presenza dei greci, dell’oscuro medioevo e del rinascimento culturale e sociale dell’epoca barocca, il fiore all’occhiello dell’arte e dell’architettura in Salento.

Pasqua a Torre Vado

Pasqua nel Salento soggiornando a Torre Vado. E’ questa una possibile soluzione per vivere l’evento della Pasqua salentina con intensità ed emozione. La piccola cittadina che si affaccia sul Mar Ionio sulla litoranea che congiunge Santa Maria di Leuca a Gallipoli ha dalla sua una serie di vantaggi e di attrattive tali da renderla la meta ideale per trascorrere qualche giorno di vacanza in primavera.

L’ospitalità degli abitanti e delle strutture alberghiere, un mare splendido che, sebbene la stagione non permetta ancora tuffi e nuotate, regala emozioni indimenticabili anche solo lasciandosi rimirare. E poi la vicinanza alle più interessanti località turistiche del Salento, dove recarsi ad ammirare le tradizionali processioni religiose della Settimana Santa.

Eventi che sembrano conservare intatto il loro sapore antico e devoto, con le statue dei Santi, della Madonna e di Gesù portate in corteo per il paese, seguite dalla cittadinanza riunita al gran completo.

A fianco delle celebrazioni religiose la Pasqua è una vera festa per i buongustai, le tavole salentine infatti esprimono il meglio della loro sapienza in cucina, ed i dolci di Pasqua sono una festa per i grandi ed i piccini.

Torre Vado è una piccola città dal grande sviluppo turistico, quindi non ci saranno assolutamente problemi a trovare ottime sistemazioni per vivere la propria vacanza di Pasqua al meglio.

Vedi anche Offerte di pasqua località europee

Torre San Gregorio

Torre San Gregorio si trova sulla costa ionica del Salento, a pochi chilometri a nord di Santa Maria di Leuca ed a sud di TorreVado. La sua posizione naturalmente inscritta in un ampio arco di altee scogliere a picco sul mare ne ha fatto sin dall’antichità un importante scalo portuale, in un tratto di costa che ha sempre offerto pochi approdi sicuri alle imbarcazioni proprio per la sua conformazione impervia e rocciosa.

Qui era infatti situato l’antico approdo a mare della cittadina di Vereto, importante centro prima messapico e poi romano andata distrutta nel corso del IX secolo a causa delle incursioni dei saraceni.

Un tempo il territorio era dominato da una torre tra le tante che punteggiano il litorale salentino, erette a difesa proprio degli attacchi provenienti dal mare, Torre San Gregorio appunto la quale ha ha dato il nome al piccolo centro, ma che oggi non esiste più se non per qualche rudere.

Delle antiche vestigia di approdo marittimo rimangono parte del moto messapico ed una lunga scala di pietra tufacea che dalla collina scende fino al mare, sui fondali del quale è molto facile, per chi si diletta di immersioni, trovare antichi reperti dell’attivissima attività portuale.

Sebbene non ci sia una vera e propria spiaggia a Felloniche – San Gregorio accorrono tanti turisti, che si avventurano lungo la scogliera per ammirare il mare circostante, dai colori cangianti in azzurro turchese, blu e verde smeraldo. Una bella caletta è rappresentata proprio da ciò che resta dell’antico porticciolo, una baia di medie dimensioni con una bassa linea di scogli circondata alle spalle da una folta pineta.

Settembre a Torre Vado

Le vacanze nel mese di settembre a Torre Vado sono una scelta sempre più gettonata tra gli appassionati del mare e del Salento in particolare.

Lido Torre Vado
Lido Torre Vado

Il dolce clima del settembre, con le sue giornate ancora calde ma non più afose, e le serate fresche e ventilate, il mare ancora piacevolmente caldo ad accogliente, le spiagge che mano a mano che avanza il mese di settembre sono sempre più tranquille e solitarie, regalando indimenticabili momenti di pace e relax sono solo alcuni degli ingredienti che fanno delle vacanze a settembre in Salento un emozionante avventura.

Dal punto di vista del pernottamento e del soggiorno sono sempre di più alberghi, residence e villaggi turistici ad offrire ottime occasioni per pacchetti soggiorno all’insegna di prezzi favorevoli e vantaggiosi, così come notevolmente ampio sarà il parco offerte per case vacanze ed appartamenti in affitto.

Torre Vado accoglie i suoi ospiti in un’atmosfera di tranquilla armonia, con la cittadina che piano piano comincia ad assumere ritmi e cadenze della stagione autunnale ma assapora ancora le dolcezze della stagione balneare che lentamente si chiude.

Un clima ideale poi per trascorrere le giornate in escursione alle maggiori attrattive del Salento, che la città di Torre Vado, strategicamente piazzata proprio nel cuore del territorio, permette di raggiungere in tutta comodità e rapidamente.

Mese di giugno a Torre Vado

La vocazione turistica il Salento l’ha scoperta in epoca molto recente. Sono infatti non più di 20 anni che i turisti italiani e straniere hanno scoperto la bellezza di spiagge e litorali salentini, ed ogni anno ormai, sono sempre di più gli ospiti ed i visitatori che si recano in vacanza in questo piccolo angolo di paradiso italiano.

Torre Vado è una cittadina che ha sposato con entusiasmo lo sviluppo turistico, ed oggi è una delle località più affermate in questo senso.

Una bella marina proprio davanti al paese, costituita da spiagge dorate che verso nord si distendono apparentemente all’infinito, doppiando la confinante località di Pescoluse (denominata dai tanti estimatori “Maldive del Salento”) e dirigendosi lungo la costa ionica verso le marine di Salve e quelle di Ugento.

La prossimità di Torre Vado con le più interessanti cittadine dell’estrema punta della penisola Salentina, Morciano di Leuca, Castrignano del Capo, Santa Maria di Leuca, Patù, San Gregorio ed altre ancora, ne fanno un punto di partenza ideale per esplorare il Salento nel suo aspetto più tipico: un mare limpido e dalle mille sfumature del blu e dell’azzurro, che accarezza una costa a volte sabbiosa a volte costellata di alte, suggestive scogliere, e l’affascinante panorama dell’entroterra, con la sua terra rossa e le bianche rocce calcaree che spuntano dal terreno che fanno da contorno alla millenaria opera dell’uomo, uliveti e vigneti secolari generosi di vita e di fragranze.

Questi sono solo alcuni degli aspetti di un Salento tutto da scoprire. Magari anche fuori stagione, come a giugno, quando mare e sole sono già pronti a dare il meglio per accontentare ospiti e visitatori.

si consiglia anche:

Case vacanze a Torre Vado

Dolmen specchie e menhir intorno a Torre Vado

Torre Vado è una località nata e sviluppatasi soprattutto grazie alla grande spinta dell’industria turistica che negli ultimi due decenni ha fatto diventare il Salento una delle mete più interessanti per chi è alla ricerca di spiagge incontaminate, genuini prodotti della cucina tradizionale, un mare tra i più puliti e limpidi della costa italiane ed una serie di attrattive naturali, grotte, paesaggi rurali, itinerari enogastronomici da rendere la vacanza in Salento un’emozione indimenticabile.

Chi si reca a Torre Vado generalmente è proprio dal mare che è attratto. Tuttavia il territorio circostante alla costa può offrire una serie di splendide escursioni soprattutto alla riscoperta di quanto questa terra affondi le radici in un passato antichissimo.

Dalle antiche vie della transumanza, alle strade messapiche, dalle specchie, ai dolmen e menhir che punteggiano il territorio la ricchezza delle testimonianze degli antichi popoli che abitavano questi luoghi sono non solo una escursione suggestiva ma anche educativa perchè conoscendo il passato possiamo ancora meglio capire molti tratti culturali, sociali ed economici del presente.

Per esempio una bella gita verso Salve, dove si possono trovare i resti di antichi monumenti funerari, alcuni scoperti di recente come la tomba megalitica in località Montani, o il più conosciuto e noto Dolmen Argentina, un antico edificio funerario costituito da grandi lastroni di roccia attraverso i quali si accede ad una cavità ipogea, oppure il suggestivo menhir, quelle particolari rocce infisse in verticale nel terreno la cui funzione resta pressochè sconosciuta, incastonato tra le mura della Chiesa della Madonna di Costantinopoli.

Tra le altre testimonianze suggestive le specchie, cumuli di pietre talvolta di notevole altezza che potevano essere sia tumuli funerari che strutture sopraelevate per controllare il territorio circostante, anche se purtroppo alcune delle più interessanti sono andate perdute: da ammirare la Specchia Cucuruzzi, e, poco distante, nel comune di Presicce, l’imponente Specchia di Pozzomauro, dalla quale si scorgono le torri di guardia della vicina costa.

Percorsi enogastronomici a Torre Vado

Una delle attività più interessanti che il turista ed il visitatore che siano giunti a Torre Vado possano intraprendere è sicuramente la ricerca di percorsi enogastronomici tra le tante opportunità offerte in questo splendido territorio affacciato sulla costa ionica del Salento.

Qui la cucina è genuina, fatta di piatti semplici della tradizione popolare ai quali la bontà degli ortaggi coltivati nelle campagne, come il pomodoro, le zucchine, le melanzane i peperoni, aggiungono quel tocco di sapore in più che sembrava scomparso. Alla bontà degli ortaggi si accompagnano la freschezza del pesce: qui la pesca rappresenta ancora un’attività di notevole importanza nell’economia locale, e l’abbondanza del pescato garantisce ai ristoranti la possibilità di offrire sempre piatti di altissima qualità e, soprattutto, freschezza. Da non perdere la pasta fatta in casa, e soprattutto il sapiente uso in cucina delle verdure selvatiche che qui sono ancora raccolte e cucinate ancora come si faceva un tempo.

A rendere ancora più saporita e piacevole l’esperienza della tavola concorrono lo splendido olio extravergine di oliva, frutto di almeno un millennio di esperienza nella coltivazione, ed i vini che, un tempo non considerati, oggi hanno conquistato a pieno titolo onorificenze e premi per la loro qualità e bontà.

Per gustare al meglio i prodotti di questa terra si può cercare tra le tante sagre che ogni paesino offre, ognuna con la sua gustosa specialità, oppure recarsi nei tanti agriturismi e ristoranti a km0 che hanno aperto i battenti negli ultimi anni sul territorio, e che portano alta la bandiera non solo del cibo sano e naturale, ma che promuovono con impegno soprattutto i prodotti della cucina locale.