Un tour in bici sulla costa ionica con sosta a Torre Vado

La bicicletta è un mezzo ideale per girare il Salento, dove le asperità della strada sono facilmente affrontabili anche dai meno allenati, trattandosi di una regione prevalentemente pianeggiante nella sua parte più meridionale, ai piedi delle Serre Salentine. Uno degli itinerari di maggior fascino per esplorarlo sia all’interno che lungo il litorale è il tour della costa ionica, che si può far partire da Gallipoli, da cui ci si inoltra nell’entroterra attraversando un’area ricca di uliveti e vigneti, dirigendosi verso Ugento, la bella cittadina messapica. Una volta arrivati lì si prende in direzione di Specchia, toccando il piccolo borgo di Taurisano. Da Specchia si attraversa prima il bosco di Cardiglano, e poi ci si inoltra lungo la bella strada che attraversa le serre salentine in direzione di Alessano e poi verso Patù ed il comune confinante di Castrignano del Capo.

Qui si può decidere se piegare verso Santa Maria di Leuca, oppure dirigersi verso la costa fino ad approdare a Torre Vado, dove concedersi una bella pausa sulle belle spiagge di questa piccola ma accogliente marina. Volendo ci si può anche fermare a pranzare negli ottimi ristoranti della zona.

Dopo la pausa si risale in sella per continuare il viaggio, questa volta raggiungendo Gallipoli costeggiando il mare. E’ difficile restare in sella alla bicicletta quando si passa vicini alle splendide marine di Salve, Pecoluse, Torre Pali, e poi ancora Lido Marini, Torre Mozza, Marina di Mancaversa, che, come le sirene di Ulisse, chiamano il ciclista a fermarsi un momento sulle spiagge di morbida sabbia e le candide dune, ma se si vuole arrivare per tempo a Gallipoli bisogna resistere alla tentazione e continuare il viaggio. Se si riesce ad arrivare in prossimità di Gallipoli all’ora giusta, ovvero quando il sole scende nel mare, lo spettacolo splendido del tramonto rinfrancherà e ridonerà energia anche ai ciclisti più affaticati.

Gallipoli

La città bella di Gallipoli è un’attrattiva del Salento e meta turistica non solo estiva.

Grazioso e pittoresco il centro storico situato sull’isolotto collegato alla terraferma da un ponte, rappresenta Il borgo antico di Gallipoli e ricco di monumenti, cripte e chiese che durante la settimana Santa diventano sede dei famosi Sepolcri, mentre nel periodo natalizio si arricchiscono di spettacolari presepi artigianali.

Tra i monumenti più importanti di Gallipoli ricordiamo la Chiesa del Carmine, sede della confraternita di Maria Santissima del Monte Carmelo e della Misericordia, la Chiesetta di Santa Cristina, la Fontana Greca, la Cattedrale di Sant’Agata (in stile barocco leccese), la Chiesa di Santa Maria della Purità, la Chiesa di San Francesco d’Assisi, la Chiesa del Santissimo Crocifisso.

La parte moderna offre possibilità di soggiorno in alberghi e residence, case vacanza e appartamenti, e tantissime attrattive tipiche di una città attiva culturalmente e aperta all’accoglienza turistica. Due teatri ospitano stagioni teatrali con compagnie a livello internazionale: TEATRO SCHIPA E TEATRO ITALIA. Sulla sua costa, di bellissime spiagge sabbiose alternate a piccole scogliere, sono sorti i primi villaggi e residence turistici del Salento BAIA VERDE E RIVABELLA.

Salento

Da Torre Vado, una volta arrivati in Salento, ci si può spostare alla scoperta dei centri più vicini. Quando si arriva in un posto, è naturale voler conoscere e vedere tutto quello che un territorio può offrire: arte, cultura, bellezze naturali, musei, palazzi e ricchezze archeologiche.

Arrivati nel Salento, bisogna avere la consapevolezza che si tratta di una terra ricchissima di testimonianze artistiche, archeologiche e naturalistiche veramente uniche che sarebbe impossibile pensare di poterle vedere in pochissimo tempo.

Lido Torre Vado
Lido Torre Vado

Se pensate che un viaggio, possa diventare anche un’occasione di crescita e maturazione, il SALENTO è il Vostro posto ideale, dove costruirvi la vostra vacanza in modo creativo prediligendo gli aspetti che più si avvicinano al Vs. carattere.

Gli amanti della natura cercheranno gli itinerari naturalistici attraverso diversi percorsi in trekking o semplici passeggiate. Sono diversi i parchi e le riserve naturali nel Salento: il Parco dell’Isola di Sant’Andrea e Litorale di Punta Pizzo a Gallipoli, il parco della Palude e bosco di Rauccio e Sorgenti Idume, il Parco di Porto Selvaggio e Torre Uluzzo, Il Parco Costa Otranto – Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase, l’Oasi WWF come quella della Cesine o le bellezze di una natura mozzafiato come le VORE DI BARBARANO DEL CAPO.

Gli amanti dell’archeologia potranno visitare le zone archeologiche di Lecce, di Alezio, di Vaste, di Ugento, dell’antica città di VERETUM nel Capo di Leuca, i frantoi ipogei di Presicce, gli antichi granai messapici quasi integri di Morciano di Leuca.

Gli amanti delle tradizioni popolari potranno inebriarsi di pizzica pizzica, l’antico ballo rituale salentino che affonda le sue radici in epoche antichissime.  La tarantola pizzica una volta e lascia dentro un’inquietudine che si può superare solo attraverso il ballo e rispondendo con il corpo al ritmo incessante del tamburello.

Questa era ieri la pizzica, oggi questa danza, rivalutata e rivissuta in diverse forme, costituisce un’attrattiva importante per il turismo del Salento: LA NOTTE DELLA TARANTA, l’evento internazionale che si svolge da oltre dieci anni nell’entroterra salentino, ha portato il ballo e la cultura della pizzica pizzica oltre i confini dell’Italia aprendo le porte a mercati internazionali. Per chi vuole vivere in modo più autentico l’aspetto più vero di questa cultura popolare salentina, allora la NOTTE DI SAN ROCCO a Torre PADULI (il 16 agosto di ogni anno) è il posto giusto.

Santa Maria di leuca
Santa Maria di leuca

Per coloro che di una vacanza prediligono anche l’aspetto culinario, la cucina salentina è il risultato combinato degli usi e costumi importati dalle diverse dominazioni che si sono susseguite nel corso dei secoli.

Una cucina semplice e genuina quella salentina, che predilige l’olio di oliva, la pasta fatta in casa, i legumi secchi, le verdure, i peperoni, il pesce fresco, i frutti di mare.

Moltissime le ricette locali che ogni paese del Salento ha perfezionato secondo i propri gusti e le proprie usanze. Grande varietà di formaggi e latticini, grandissima la scelta di marmellate e dolci tradizionali che ormai si possono trovare in tutti i periodi dell’anno.

Poi ci sono le città d’arte come Lecce, la Firenze del Sud con i suoi gioielli del Barocco; Otranto la porta per l’Oriente; Galatina e le sue Chiese.  Infine, essendo circondato dal mare, il Salento offre una varietà di costa e di fondale marino da accontentare proprio tutti. Il capo di Santa Maria di Leuca è caratterizzato da una costa altissima con scenari mozzafiato che lasciano spazio a formazioni carsiche veramente belle: le Grotte di Leuca ne sono la testimonianza più efficace (la Grotta delle Tre Porte, Del Diavolo ecc).  Da qui, risalendo verso il Mare Adriatico si trova località CIOLO (nelle giornate particolarmente limpide si possono vedere chiaramente i monti dell’Albania e l’Isola di Corfù in Grecia), NOVAGLIE, MARINA DI TRICASE, CASTRO, SANTA CESAREA TERME, OTRANTO. Dal capo di Santa Maria di Leuca in direzione Torre Vado e Gallipoli, si trovano le spiagge più belle della Puglia: Pescoluse, le maldive del Salento, Torre Pali, Torre Mozza, Lido Marini, Punta Pizzo a Gallipoli.