ll relitto della nave turca davanti a Torre Vado

Il 28 giugno del 2007 una nave cargo battente bandiera turca si inabissava proprio davanti al porto di Torre Vado. Non si sanno per certo i motivi di quanto è accaduto, ma il fatto che la nave trasportasse bobine di filo di ferro, e che il tutto sia avvenuto quando il mare era particolarmente burrascoso fa pensare che probabilmente il cargo si sia piegato sotto la spinta delle onde ed il carico pesante ne abbia aggravato la pendenza finchè la nave, nonostante gli sforzi dell’equipaggio, si sia trovata ad un certo punto ad imbarcare acqua e sia quindi poi affondata.

Oggi il relitto si trova a 24 metri sul fondo del mare, e non sussiste più il pericolo che esso possa rappresentare un rischio dal punto di vista dell’inquinamento perchè le operazioni di bonifica sono state veloci ed approfondite privando la nave di tutto ciò che nel carico poteva essere particolarmente dannoso, il carburante, gli oli, vernici e solventi nonché alla rimozione delle parti, come l’albero che affiorando a poca distanza dalla superficie dell’acqua avrebbero potuto costituire un problema alle imbarcazioni che fossero passate in zona.

Oggi questo relitto è diventato una meta conosciuta ed apprezzata per gli appassionati di immersioni, che si recano a visitare il relitto perfettamente adagiato sul fondo del mare come se fosse ancora in navigazione. Anzi la sua presenza potrebbe addirittura, una volta scampato il pericolo di un disastro ambientale, costituire un ottima occasione per il ripopolamento ittico del mare intorno a Torre Vado, ed in questo senso le associazioni di diving e di sub che prosperano intorno al piccolo centro salentino si stanno battendo perchè la nave affondata resti lì dov’è.

Il relitto perfetto del salento

Ponte del 25 aprile a Torre Vado

Se avete deciso di sperimentare una vacanza durante uno dei tanti piacevoli ponti primaverili che il calendario offre a vostra disposizione, prendete in considerazione Torre Vado come meta dei vostri weekend vacanzieri.

Il ponte del 25 aprile a Torre Vado è un’ottima opportunità per trovare tutta una serie di vantaggi per una breve vacanza. Il mare sebbene ancora freddo, offre già qualche possibilità di tuffarsi e di godere delle prime rapide ma rigeneranti nuotate.

Il sole splende caldo e ristoratore, permettendo di dare alla pelle qualche sfumatura di abbronzatura che addolcisce il pallore dei mesi invernali. Le città sono piacevoli da visitare, contrassegnate da tanti eventi interessanti come sagre, feste religiose e della tradizione popolare, e festival di musica, di cinema e di teatro.

Da non dimenticare poi lo sbocciare della primavera già in fase avanzata in questo periodo, per cui si potrà godere, addentrandosi nell’entroterra, dei piacevoli panorami della campagna allietata dagli alberi in fiore, e dagli inebrianti profumi della macchia mediterranea.

Occasione anche per dedicarsi ala visita dei tanti paesi che si inerpicano lungo i bassi altipiani delle Serre Salentine, paesi ricchi di testimonianze artistiche storiche ed archeologiche di notevole valore: castelli, chiese, cattedrali e numerose testimonianze che evocano nel visitatore le immagini di epoche remote, dell’epoca della dominazione romana, della presenza dei greci, dell’oscuro medioevo e del rinascimento culturale e sociale dell’epoca barocca, il fiore all’occhiello dell’arte e dell’architettura in Salento.

Programma Stagione Estiva Torre Vado – Torre Vado Summer 2010

Di Seguito il programma estivo della Marina di torre Vado per la stagione 2010. Nuovo look e grande professionalità nella preparazione e presentazione ” Torre Vado Summer 2010″.

14 Giugno – 11 Luglio: La programmazione estiva parte il 14 di Giugno data di esordio della nostra Nazionale contro il Paraguay Con lo “Speciale Mondiali ” tutte le sere proiezioni su schermo gigante delle

logo Torre Vado Summer 2010
logo Torre Vado Summer 2010

partite del Mondiale di Calcio in sud Africa 2010 (Area a servizi Torre Vado ore 20.30)

1 Luglio – Giovedì : Serata Cabaret ” I Malfattori ” (Area a servizi Torre Vado 21.00)

4 Luglio – Domenica: Serata Cabaret ” I Pitulini Puzzolenti ” (Area a servizi Torre Vado 21.00)

5 Luglio – Lunedì: Serata di Pizzica (Zona Sorgenti torre Vado ore 21,30)

8 Luglio – Giovedì: Cover Band Carosone Bu Bu Band (Area a Servizi Torre Vado ore 21,00)

10 Luglio – Sabato: Serata Folcloristica “Iuri e la sua fisarmonica” (Area a Servizi Torre Vado ore 21,00)

12 Luglio – Lunedì: Proiezione Film Baaria regia di G.Tornatore (Area a Servizi Torre Vado ore 21,00)

14 Luglio – Mercoledì: Serata di Pizzica Salentina (Area a Servizi Torre Vado ore 21,00)

15 Luglio – Giovedì: Cover Band Rino Gaetano Rinos Garden (Area a Servizi Torre Vado ore 21,00)

17 Luglio – Sabato: Esibizione Danza Sportiva “Scuola Aurora Dance Presicce” (Area a servizi Torre Vado ore 21,00)

18 Luglio – Domenica: Frisciennu & Manciannu Serata di piatti tipici locali (Area Madonnina della Strada, Prov.le Morciano Torre Vado ore 20,00)

19 Luglio – Lunedì: Io e Marilyn Regia di Leonardo Pieraccioni (Area a servizi Torre Vado ore 21,00)

21 Luglio – Mercoledì: Cover Band Celentan Rock (Area a servizi Torre Vado ore 21,00)

22-23 Luglio – Festa del Santo Patrono San Giovanni Elemosiniere Morciano Di leuca

24 Luglio – Sabato: Serata Discoteca con RADIOVENERE (Area a Servizi ore 21,00)

25 Luglio – Domenica: Serata Cabaret I Malfattori (Area a Servizi ore 21,00)

26 Luglio – Lunedì: Serata di Pizzica Gruppo Selentrio (Zona Le Sorgenti ore 21,00)

28 Luglio – Mercoledì: Serata Musicale  “Blue Alma” (Area a Servizi Torre Vado ore 21,00)

31 Luglio – Sabato: Serata da Ballo Gruppo latin Project (Area a servizi Torre Vado ore 21,00)

01 Agosto – Domenica: Serata Teatrale Teatro Terra Messapia (Piazza Torre Torre Vado ore 21,00)

02 Agosto – Lunedì: Sagra dell’associazione de Li Diavulicchi Morciano di Leuca

04 Agosto – Mercoledì: 5° Festa dell’Emigrante, rito religioso messa a suffraggio presso la chiesa San Giovanni Elemosiniere Morciano ore 18:00, al termine deposizione fiori freschi stele commemorativa presso il cimitero di Morciano. Rito Civile Serata Musicale Con il Gruppo “I Dolci Signori” (Area a servizi Torre Vado ore 21,00)

05 Agosto – Giovedì: Cover Band Zucchero Dune Mosse (Area a Servizi Torre Vado ore 21,00)

07 Agosto -Sabato: Gara di Ballo amatoriale (Area a servizi Torre Vado ore 21,00)

08 Agosto – Domenica: Serata Cabaret I Pitulini Puzzolenti (Area a servizi Torre Vado ore 21,00)

09-10 Agosto – Festeggiamenti del Santo Patrono San lorenzo Rito Religioso Santa Messa e Processione, Rito Civile grande Fiera Barbarano del Capo.

11 Agosto – Mercoledì: Festeggiamenti Madonna Stella Maris. Rito Religioso Processione per Mare ore 18:00 santa messa ore 19:30 area a servizi Torre Vado. Rito civile Spettacolo Musicale (Area a servizi Torre Vado ore 21,00)

12 Agosto – Giovedì: Cover Band Carosone – Bu Bu Band (Area a servizi Torre Vado ore 21,00)

14 Agosto – Sabato: Serata da Ballo “New Latin Dance” (Area a servizi Torre Vado ore 21,00)

15 Agosto – Domenica: Serata per i Bambini Le Giravolte (Area a Servizi Torre Vado ore 21,00)

16 Agosto – Lunedì:  Film La Principessa e il Ranocchio Regia di Walt Disney (Area a Servizi Torre Vado ore 21,00)

19 Agosto – Giovedì: Cover Band “De Andrè” (Area a servizi Torre Vado ore 21,00)

21 Agosto – Sabato: Serata da Ballo “New Latin Dance” (Area a servizi Torre Vado ore 21,00)

22 Agosto – Domenica: Serata Cabaret I MALFATTORI (Area a Servizi Torre Vado ore 21,00)

23 Agosto – Lunedì: Film Genitori e Figli regia di G. Veronesi (Area a servizi Torre Vado ore 21,00)

25 Agosto – Mercoledì: Cover band “Ligabue” (Area a servizi Torre Vado ore 21,00)

26 Agosto – Giovedì: Cover Band “Baglioni Pausini” Gruppo MB Band (Area a servizi Torre Vado ore 21,00)

28 Agosto – Sabato: Serata da Ballo “New Latin Dance” (Area a servizi Torre Vado ore 21,00)

29 Agosto – Domenica: Serata Cabaret I Pitulini Puzzolenti (Area a Servizi Torre Vado ore 21,00)

30 Agosto – Lunedì: Serata di Pizzica Gruppo Salentrio (Zona Le Sorgenti Torre Vado ore 21,00)

30 Agosto – Lunedì: Serata Folcloristica Iuri e la sua fisarmonica (Area  a Servizi Torre Vado ore 21,00)

4 Settembre – Sabato: Serata  di Pizzica (Area a Servizi Torre Vado ore 21,00)

5 Settembre – Domenica: Serata Folcloristica Iuri e la sua fisarmonica (Area a Servizi Torre Vado ore 21,00)

Altre informazioni in merito sul portale di Torre vado alla voce Programma estivo 2010 Torre Vado

Granai e Frantoi Ipogei

Granai e trappeti ipogei

In tutto il Salento esistono diversi trappeti ipogei che testimoniano un’economia fiorente di un lontano passato. In Morciano di Leuca tale presenza è ancora più significativa: oggi se ne contano diciotto. Sono tanti se si pensa che nel XVIII secolo la comunità era costituita da appena 131 nuclei familiari. Significativa è la loro datazione: alcuni in via Roma risalgono al IX sec. I trappeti di Morciano sono particolari soprattutto per il modo in cui sono stati realizzati: sulle ceneri dei contenitori di un’altra fiorente economia: i granai.

Frantoi Ipogei
Frantoi Ipogei

Japigi, messapi, romani sono le diverse popolazioni che hanno caratterizzato il nostro territorio. Nel IX sec. l’influsso bizantino ha determinato nel territorio del basso Salento una forte trasformazione passando dall’economia del grano a quella dell’ulivo e quindi dell’olio. I segni di tale trasformazione sono evidenti ancora oggi: paesaggi caratterizzati da argentee chiome e maestosi tronchi contorti di ulivi millenari. Ecco perché tanti trappeti ipogei.

Le grotte per la realizzazione dei tappeti ipogei furono ricavate mediante la semplice rottura dei granai di cui era costituito tutto il sottosuolo del centro storico. Gran parte dei granai sono stati così distrutti, ma visitando i trappeti ipogei possiamo ammirare le suggestive sezioni orizzontali superiori con le loro pietre di chiusura originali. La visita di questi luoghi ci fa rivivere tempi di antico splendore economico di Morciano nel I e II millennio e ci fa capire che il completo recupero di questo immenso patrimonio costituirà, l’asse portante dell’economia del III millennio.

Lecce

Lecce dista da Torre Vado circa 60 km e ben collegata con tutti i centri turistici del Salento.

Lecce
Lecce

Famosa in tutto il mondo per i suoi monumenti in stile barocco, Lecce rappresenta una meta obbligata per chi viene in Puglia nel Salento. Tra i monumenti che maggiormente stupiscono per la loro bellezza artistica, spiccano la CHIESA DI SANTA CROCE, il DUOMO e la sua splendida PIAZZA con il CAMPANILE, LA CHIESA DI SANT’IRENE, LA CHIESA DI SAN MATTEO, la CHIESA DI S. Niccolò e Cataldo (1180) i tantissimi palazzi baronali di cui è ricchissimo il centro storico.

Di epoca romana è possibile visitare l’ANFITEATRO ROMANO in Piazza Sant’Oronzo con l’omonima colonna.  Molto attiva dal punto di vista culturale, Lecce è sede di numerosi eventi e tantissime manifestazioni: tra le tante citiamo la NOTTE BIANCA di Lecce che solitamente si celebra ad aprile, la FESTA DI SANT’oronzo, il SANTO PATRONO DI Lecce al quale i leccesi dedicano tre giorni di fine agosto; CALICI DI STELLE, CANTINE APERTE, CORTILI APERTI, RASSEGNA D’ARTE FLOREALE FIORDIBAROCCO, tantissime le Rassegne teatrali e le mostre d’arte, ITINERARIO ROSA .

Gallipoli

La città bella di Gallipoli è un’attrattiva del Salento e meta turistica non solo estiva.

Grazioso e pittoresco il centro storico situato sull’isolotto collegato alla terraferma da un ponte, rappresenta Il borgo antico di Gallipoli e ricco di monumenti, cripte e chiese che durante la settimana Santa diventano sede dei famosi Sepolcri, mentre nel periodo natalizio si arricchiscono di spettacolari presepi artigianali.

Tra i monumenti più importanti di Gallipoli ricordiamo la Chiesa del Carmine, sede della confraternita di Maria Santissima del Monte Carmelo e della Misericordia, la Chiesetta di Santa Cristina, la Fontana Greca, la Cattedrale di Sant’Agata (in stile barocco leccese), la Chiesa di Santa Maria della Purità, la Chiesa di San Francesco d’Assisi, la Chiesa del Santissimo Crocifisso.

La parte moderna offre possibilità di soggiorno in alberghi e residence, case vacanza e appartamenti, e tantissime attrattive tipiche di una città attiva culturalmente e aperta all’accoglienza turistica. Due teatri ospitano stagioni teatrali con compagnie a livello internazionale: TEATRO SCHIPA E TEATRO ITALIA. Sulla sua costa, di bellissime spiagge sabbiose alternate a piccole scogliere, sono sorti i primi villaggi e residence turistici del Salento BAIA VERDE E RIVABELLA.

Cuccagna Morciano di Leuca

Cuccagna Morciano di Leuca
Cuccagna Morciano di Leuca

Come ogni anno, fra le tante manifestazioni  che riguardano il piccolo paese Salentino Morciano di Leuca (LE), verranno celebrati i solenni festeggiamenti in onore del santo patrono San Giovanni Elemosiniere  23 Gennaio.
La giornata avrà inizio col la celebrazione della Santa Messa in occasione del Santo  seguita dalla Banda che girerà  per le vie del paese . Nel primo pomeriggio ci sarà la processione accompagnata dalle note della Banda di Salve e intorno alle ore 18,00/18,30  la serata sarà animata dalla tradizionale “CUCCAGNA” che si svolgerà in Piazza S. Giovanni. A concludere i festeggiamenti i fuochi pirotecnici.
Il Comitato vi invita a non mancare  arrivederci a presto.

Otranto

Otranto è la città più a Oriente d’Italia con Punta Palascia (con l’omonimo FARO) e da qui i Balcani distano non più di 70 Km e nelle fresche giornate di tramontana sono chiaramente visibili i Monti dell’Albania e le isole della grecia.

Otranto
Otranto

Magica come lo sono le cittadine dall’aspetto orientale chiusa tra le mura di un imponente castello, con le viuzze bianche e strette, piccoli labirinti necessari per nascondersi e seminare i nemici che arrivavano dal mare: Otranto è la città dei martiri, 800 cittadini che non vollero piegarsi alla prepotenza dei pirati e alle loro pretese furono barbaramente trucidati nel 1480.

Nella bellissima cattedrale in stile romanico e risalente al 1080, si possono vedere oggi i resti degli 800 martiri e un prezioso mosaico che fa da pavimento.

Il MOSAICO della Cattedrale di OTRANTO realizzato da Pantaleone, un monaco dell’Abbazia di S. Nicola di Casole in Otranto, tra il 1163 e il 1165 è uno dei più grandi mosaici al mondo; si estende per quasi tutto il pavimento della chiesa e rappresenta, tra le altre cose,   l’ALBERO DELLA VITA.

Itinerari a Torre Vado: cosa vedere

Chiesa Madre San Giovanni Elemosiniere a Morciano di Leuca , un esempio di chiesa fortificata con bellissimo portale firmato dall’artista Tarantino.
Chiesa Madonna del Carmine a Morciano di Leuca, costruita intorno al 1486, faceva parte un tempo del Convento dei Carmelitani adiacente il Castello.


Cappella Madonna di Costantinopoli a Morciano di Leuca, conserva un monolite alto oltre 2 mt, sul quale si sono alternati nei secoli diversi affreschi a tema cristiano; si trova sulla strada che porta all’antica città di VERETUM.
Chiesa di San Lorenzo Martire a Barbarano del Capo, risalente al 1548 e voluta dal Barone Capece in seguito alla distruzione da parte dei saraceni della Chiesa Madre dedicata  a S. Stefano.
Leuca Piccola del Belvedere a Barbarano del Capo, complesso storico monumentale costruito per volere dei Baroni Capece tra il 1685 e il 1709. Luogo di culto e di ristoro fu voluto per dare sollievo ed accoglienza ai pellegrini che ogni anno numerosi percorrevano la strada in direzione del Santuario di Santa Maria di Leuca.
LE VORE di Barbarano del Capo, profondi inghiottitoi di natura carsica, ricoperti di ricca e fitta vegetazione. Nel loro interno, a causa dell’ambiente e dell’umidità costanti, si è creato un ecosistema con piante ed insetti molto rari.
FRANTOI IPOGEI a Morciano di Leuca: molti di essi ancora non sono stati portati alla luce; per la maggior parte sono stati censiti e di proprietà privata. L’aspetto più particolare degli ipogei di Morciano è che molti di essi sono stati ricavati in epoca medioevale, rompendo le pareti di antichi granai messapici che ancora oggi conservano i coperchi in pietra originali.
IL CASTELLO Di Morciano di Leuca, attualmente di proprietà della Famiglia Valentini,  fu voluto dal Condottiero  GUALTIERO IV di BRIENNE nel 1300: da allora la sua imponenza e bellezza ne fanno il simbolo stesso di Morciano.
La CHIESA DI SAN GIOVANNI BATTISTA a Patù si trova di fronte alle Centopietre  e contiene nel suo ingresso un ceppo funerario con epigrafe latina del I secolo d.C. dedicata ad una adolescente morta prematuramente.
Le Centopietre a PATU’, costruita probabilmente con i blocchi di pietra provenienti dall’antica e vicinissima città di Vereto, sono un Monumento Nazionale di 2° CLASSE. Fu costruita nel IX sec. D.C. con 100 pietre (da cui il nome) in onore di Geminiano  caduto nella battaglia tra Cristiani e Saraceni proprio nelle immediate vicinanze (CAMPO RE PATU’).


CHIESA DI SAN NICOLA MAGNO a Salve in cui si trova uno dei più antichi organi funzionanti, costruito da Giovanni Battista Olgiati di Como e Tommaso Mauro di Muro Leccese.
La CHIESETTA DI SAN LASI nel Comune di Salve, completamente restaurata e consegnata al culto, si trova sulla strada che da Morciano porta  a Pescoluse o Torre Vado.